Contattaci
0586 767874

Breve guida in caso di sinistro stradale

Questa è una guida da consultare in caso di sinistro, vediamo cosa fare se si è coinvolti in un incidente stradale.

Constatazione amichevole di incidente
Per prima cosa è sempre meglio avere a disposizione un modulo di denuncia CAI (constatazione amichevole di incidente) da compilare al momento del sinistro. Il CAI è il modulo standard previsto per la raccolta dei dati relativi ad incidenti stradali con o senza feriti. Se non abbiamo il modulo con noi allora dovremmo provvedere alla raccolta di tutti i dati relativi all’incidente, facendo particolare attenzione a:

  • Targa e modello della vettura di controparte.
  • Compagnia assicurativa di controparte.
  • Generalità del conducente.
  • Generalità del proprietario del mezzo se diverso dal conducente.
  • Nomi e numeri di telefono di eventuali testimoni.

Compilare il CAI
La prima cosa da fare è compilare i campi corrispondenti alla data, all’ora e al luogo dell’incidente.
Dopodiché indichiamo se ci sono feriti smarcando la casella corrispondente. Se non siamo sicuri delle nostre condizioni di salute è consigliato lasciare in bianco questa parte in modo da riservarci la possibilità di dirigerci al Pronto Soccorso in un secondo momento.

In caso di sinistro lo stesso vale per i trasportati, dei quali dovremo fornire le generalità.

Le caselle successive indicano se l’incidente è avvenuto tra due o più veicoli. Anche in questo caso se non siamo sicuri della dinamica è meglio lasciare in bianco questa parte.
Nel caso l’incidente abbia causato il danneggiamento di più di due vetture è opportuno riportare i dati dei proprietari/conducenti/veicoli nella seconda pagina del modulo CAI.

 Compilare il Cai

 

La parte relativa ai testimoni
Per testimoni s’intende persone che sono state presenti all’evento, ma che non hanno avuto ruolo nell’incidente.
E’ sempre consigliato citare i testimoni prima di portare il modulo di denuncia alla propria Agenzia di Assicurazioni, quindi se qualcuno ha assistito al sinistro è meglio inserirne le generalità nel modulo di denuncia.

Cai, veicolo A

 

Veicolo A e B
Seguendo l’ordine di compilazione del CAI siamo arrivati alla parte in cui trascriviamo i dati dei veicoli sinistrati. Solitamente nello spazio del veicolo A immettiamo i nostri dati, mentre nella parte riservata al veicolo B i dati della controparte. Non vi è in realtà un ordine preciso e ognuno può scegliere come meglio crede.
A questo punto è molto importante scrivere correttamente sia i propri dati che quelli della controparte. Facciamo particolare attenzione a redigere la parte relativa all’assicurato che non è detto che sia lo stesso che guida il veicolo, alla targa della vettura e alla compagnia assicurativa che risponde in caso di sinistro.

Circostanze dell'incidente

Dinamica
Al momento di specificare come è avvenuto il sinistro è di fondamentale importanza leggere tutte le voci al centro del modulo e fare una o più crocette sulle caselle corrispondenti. In caso di sinistro con constatazione amichevole fate attenzione a smarcare le caselle corrispondenti al veicolo giusto, notate che le caselle di sinistra coincidono col veicolo A; viceversa quelle di destra col veicolo B.
Se avete dubbi è consigliato soprassedere e non segnare alcuna crocetta. Scrivete invece nelle Osservazioni (in fondo al modulo) come è avvenuto l’incidente.
Se volete utilizzare il CAI ai fini conciliativi ricordatevi che entrambi i conducenti devono firmare il modulo nell’apposita sezione che si trova in fondo alla pagina. In caso di palese responsabilità della controparte, come in un tamponamento, è sempre consigliato far firmare il modulo all’altro conducente in modo da dimezzare i tempi di risarcimento danni.

 

Ultimi consigli

  • Non spostare i veicoli dopo l’urto. Se gli stessi intralciano la circolazione, chiamare immediatamente le Autorità e aspettare il loro arrivo prima di sgombrare la strada.
  • Fare fotografie. E’ sempre utile scattare qualche foto ai veicoli sinistrati.
  • In caso di lesioni dirigersi al Pronto Soccorso entro 24h dall’evento.
Ma soprattutto rivolgersi a esperti del settore. In caso di incidente non fate tutto da soli, ma fatevi assistere da studi specializzati che potranno aiutarvi in materia di risarcimento.